Sebbene l’uovo sia uno degli alimenti che contiene più colesterolo, tuttavia anche chi ha problemi di colesterolo alto, può mangiare le classiche due uova a settimana.

Prima di tutto è utile chiarire che il colesterolo, tanto demonizzato, si trova nel tuorlo dell’uovo (circa 371 mg), e non nell’albume, che ne è privo. In più, studi recenti hanno dimostrato che le uova di oggi contengono, mediamente, un quarto di colesterolo in meno rispetto agli anni passati e che contengono anche una buona dose di grassi insaturi, cioè grassi detti “spazzini delle arterie” che possono pulire il sangue e bloccare la crescita del colesterolo cattivo (l’LDL) favorendo la formazione di quello buono (l’HDL).

In ogni caso, il colesterolo è un grasso che si trova in tutti gli alimenti di origine animale (formaggio, carne, burro, latte) ed anche l’organismo ne produce una certa quantità, circa il 70%. Quindi, se se ne assume troppo con gli alimenti, un corpo sano ne riduce la produzione all’interno dell’organismo.

 

Risposta a cura del Dott. Emanuele Alfano, Biologo Nutrizionista.

Leggi le domande precedenti:


Confindustria Salerno
Progetto realizzato con
Piantagrani