Secondo Unaitalia, l’associazione che unisce i produttori di carni e uova, ogni italiano mangia circa 218 uova all’anno, di cui 76 “invisibili” perché presenti nell’impasto di preparazioni dolci o salate.

Nel nostro Paese si producono 850.000 tonnellate di uova, di cui il 45% destinato all’industria alimentare. Le uova vengono prodotte in circa 3.500 allevamenti, dove vengono allevate 42 milioni di galline circa nel rispetto di tutti gli standard igienico sanitari e del benessere animale.

Negli ultimi sessant’anni si è registrato un notevole incremento nella produzione di uova nel nostro Paese: nel 1958, infatti, se ne producevano 4 miliardi. Oggi sono quasi 13 miliardi!

Naturalmente con il passare degli anni è anche aumentato il consumo individuale di uova: negli anni Cinquanta ogni italiano mangiava circa 120 uova all’anno. Oggi abbiamo visto che le cifre sono molto più elevate. Ciò è dettato sia dal miglioramento delle condizioni economiche che dalla maggiore consapevolezza sulle proprietà nutrizionali di questo alimento.

Secondo i dati della International Egg Commission, che riportano le tendenze fino al 2014, la Cina produce e consuma il maggior numero di uova nel mondo (vengono deposte più di 25 milioni di tonnellate all’anno). In Europa, invece, nella graduatoria dei Paesi che producono più uova, al primo posto c’è la Francia, seguita da Germania e Italia.

 

Fonti:


Confindustria Salerno
Progetto realizzato con
Piantagrani