Numerosi studi suggeriscono che la riduzione del consumo di proteine negli anziani può contribuire all’insorgenza di sarcopenia (ovvero la perdita di massa e forza muscolare che accompagnano l’invecchiamento).

Pertanto, aumentare la quantità di proteine assunte ai pasti preferendo il consumo di uova (fino a 5 a settimana, se non si hanno problemi di ipercolesterolemia familiare) può rappresentare una strategia utile sia per prevenire la sarcopenia nei soggetti che stanno invecchiando, sia essere un’opzione di trattamento nelle persone anziane affette da fragilità.

Inoltre, in conseguenza di una dieta povera di proteine animali (per difficoltà di masticazione) le persone anziane possono avere problemi di zinco, responsabile in molti casi della riduzione della risposta immunitaria, un motivo in più per preferire le uova, dunque. Che hanno infine altri pregi: richiedono una preparazione rapida, sono nutrienti e facilmente digeribili.

 

Risposta a cura del Dott. Emanuele Alfano, Biologo Nutrizionista.

Leggi le domande precedenti:


Confindustria Salerno
Progetto realizzato con
Piantagrani