Ci sono anche le uova sode fra gli alimenti della dieta consigliata in vista degli esami di maturità. 

Insieme a frutta e verdura freschi in grande quantità, carboidrati integrali, pesce e legumi sono da preferire a tavola per fare il pieno di vitamine. La dieta mediterranea è proprio l’ideale anche per i giovani studenti. 

In questo modo si stimola la memoria e si contribuisce a creare una condizione di benessere che facilita l’approccio con l’esame. 

La preparazione inizia anche a tavola quindi, con pasti regolari e non troppo abbondanti che aiutano ad affrontare la prova con energia e concentrazione. Sono da evitare, invece, il digiuno ma anche spezie, snack e bibite industriali, oltre che cibi pronti.

Piccole ma fondamentali accortezze per sostenere l’esame di maturità 2020, un’esperienza del tutto differente dal solito per gli oltre 500mila maturandi impegnati in una delle prove più importanti della loro vita. Nessun paragone è possibile con gli anni precedenti: gli esami di maturità iniziati mercoledì 17 giugno, infatti, saranno i primi dell’era post Covid-19 e si svolgeranno in un’unica prova, quella orale, fatta nel rispetto di precisi protocolli di sicurezza e distanziamento fisico.  

Visti gli ultimi mesi di didattica a distanza, e l’assenza di un “regolare” percorso di studio a causa delle restrizioni imposte dal Coronavirus, sarà ancora più importante avvicinarsi al confronto con la commissione sfruttando ogni possibile indicazione, e una buona alimentazione è sempre un supporto importante. 

Il nostro in bocca al lupo va a tutti gli studenti impegnati con l’esame di maturità!

 

Fonte:


Confindustria Salerno
Progetto realizzato con
Piantagrani